Per montare un impianto si devono rompere i muri?

Con i moderni impianti senza fili non occorre alcuna opera muraria, si installano in tempi brevi e senza nessuna invasività per l’abitazione.

 

Quanto tempo occorre per installare un impianto antifurto?

Per un impianto medio occorre normalmente una giornata di lavoro .

 

Se dovesse andare via la corrente cosa succede?

L'impianto non perde la sua funzionalità grazie a degli appositi accumulatori previsti, l'autonomia del sistema in tale circostanza è di circa 24/48 ore. Ad ogni modo i moderni sistemi prevedono una telefonata automatica che avvisa della mancanza di corrente in corso.

 

Ma poi l’allarme suona sempre per niente?

Gli impianti moderni, hanno possibilità di falso allarme molto remota (la tecnologia in questi anni ha fatto passi da gigante). Anche in caso di grave avaria ad ogni modo, suonano per un massimo di 3 minuti che è il termine consentito dalla legge.

 

Ma anche se suona la sirena i vicini non fanno nulla!

Già far vedere da fuori, che la propria abitazione è protetta scoraggia gran parte dei malintenzionati. Le statistiche più accreditate affermano che l’85% dei ladri al suono della sirena si danno alla fuga, e chi eventualmente rimane lo fa per un tempo ridotto

 

Per installare un avvisatore telefonico automatico bisogna avere la linea telefonica?

Non è detto, esistono oramai sul mercato, a prezzi ragionevoli, avvisatori telefonici che utilizzano la rete GSM (quella dei telefonini) quindi basta avere la copertura GSM e acquistare una SIM anche di quelle prepagate.

 

Ma quando il ladro è entrato in casa il danno è già fatto!

 Esiste oggi,  la possibilità di proteggere sia il perimetro dell’immobile (persiane o tapparelle) se non meglio, direttamente l’area esterna alla casa (giardini o balconi).

Eventuali piccoli animali (gatti, uccelli e roditori) sono discriminati dai moderni rilevatori che sono anche in grado di resistere a temperature estreme (-20 + 45 gradi) e allo scroscio diretto della pioggia o neve.

Come ovviare ai falsi allarmi che turbano la quiete pubblica e diminuiscono la credibilità di un sistema di sicurezza?

 È stato dimostrato che nel 99% dei casi invece che di "falsi allarmi" si tratta di "allarmi impropri", ossia causati dall’uso errato dell’impianto (finestre aperte, luce staccata, cattiva manutenzione, ecc.). Oggi la moderna tecnologia consente infatti di eliminare quasi ogni possibilità di errore.

 

Vorrei proteggere il giardino della mia villetta, ma non ho alcuna predisposizione visto che la casa non è di recente costruzione. Come posso fare?

Fortunatamente possiamo disporre di rilevatori per esterno"senza fili", si ha quindi la possibilità di proteggere l'abitazione in maniera ottimale senza dover procedere con opere di muratura o canalizzazione, ma solo il fissaggio a parete di tali sensori che tra l'altro sono di ridotte dimensioni

 

Qual'è la distanza massima per ricevere la segnalazione di un impianto senza fili?

Avendo la possibilità di installare dei ripetitori di segnale ( hanno bisogno di alimentazione 220 V), non esiste un limite reale. 

Mentre un efficace sistema senza fili può arrivare ad una portata di 200 mt. in area libera e 40 mt. in interno ( ogni muro crea un abbattimento del segnale).

 

Di che manutenzione necessita un impianto di allarme antifurto?

Si consiglia, ogni 3/4 anni la sostituzione degli accumulatori di sistema, la pulizia dei rilevatori di movimento e la verifica del buon funzionamento dell'impianto.

 

Posso attivare e disattivare il mio antifurto da remoto?

Le moderne centrali, consentono di poter attivare disattivare ed interrogare il proprio impianto antifurto da remoto tramite telefono, inoltre in caso di allarme comunicano il o i sensori che hanno generato l'allarme e volendo in caso di guasto si può escludere il rilevatore malfunzionante.

 

E’ più efficace e funzionale installare un impianto di antifurto con fili in una casa in fase di realizzazione, oppure successivamente installare un impianto con onde radio a casa realizzata?

Se è possibile realizzare delle tubazioni murate ( corrugato del 20) a nostro avviso è meglio realizzare un impianto filare, sia per un discorso economico, sia per una minor e più economica manutenzione, infine su i grandi numeri è più probabile avere degli eventuali malfunzionamenti su sistemi senza fili che su sistemi filari.